Comune di VILLAGRANDE STRISAILI

Progetto Acqua di Vi.Ta.

Il Comune di Talana e il Comune di Villagrande Strisaili stanno realizzando il progetto Acqua di Vi.Ta. con lo scopo di diffondere buone pratiche di acquisto e consumo responsabile.
Si sta diffondendo sempre più anche nelle nostre comunità l’abitudine di bere acqua imbottigliata, nonostante abbiamo sorgenti che erogano acqua di ottima qualità .Per ostacolare sul nascere il propagarsi di questa cattiva abitudine (nelle mense scolastiche, negli uffici, a casa…), si è deciso di intervenire con un progetto che usa la leva della responsabilità degli acquisti fatti dalle pubbliche amministrazioni per ripensare le abitudini di acquisto e consumo pubbliche e private. Il ritorno ad abitudini arcaiche costituisce una buona pratica di sostenibilità ambientale.
Il progetto ha due ambiziosi obiettivi:
-promuovere un comportamento responsabile di uso dell’acqua, con azioni di sensibilizzazione al risparmio idrico limitando gli sprechi, le dispersioni ed il consumo dell’acqua in bottiglia, incoraggiando l’abitudine di bere l’acqua di rubinetto e delle sorgenti presenti nel territorio;
-realizzare alcuni lavori e acquisire alcune attrezzature affinché questi obiettivi si realizzino, scegliendo di ridurre al minimo l’impatto ambientale dell’intervento: con acquisti di prodotti realizzati con materie prime riciclate, riducendo la produzione di rifiuti e lo spostamento delle materie prime.
Il progetto è realizzato grazie a un finanziamento della Regione Sardegna, Assessorato della Difesa dell’Ambiente, nell’ambito del PO FESR 2007-2014 (asse IV linea di intervento 4.1.2d).
Ogni prodotto o servizio comprato, quindi consumato, ha un certo impatto ambientale durante il suo ciclo di vita. La Pubblica Amministrazione può e deve avere un ruolo propulsore di questo cambiamento e gli acquisti verdi sono un valido strumento per concretizzarlo. Acquistare verde significa privilegiare l’acquisto di beni e servizi che garantiscono:
 - La riduzione del prelievo di risorse naturali e della produzione di rifiuti;
 - L’aumento dell’utilizzo di fonti di energia rinnovabili;
 - La riduzione delle emissioni in aria, acqua e suolo;
 - L’eliminazione dell’utilizzo di sostanze chimiche e pericolose;
 - Una durata di vita migliore dei beni;
 - La promozione della filiera del riciclo.
- Razionalizzazione della spesa pubblica tramite la diffusione di un atteggiamento attento, orientato a contenere gli sprechi.
I Comuni di Villagrande Strisaili e di Talana hanno adottato la strategia degli acquisti pubblici ecologici e con il progetto intendono dimostrare che scegliere di impattare di meno sull’ambiente è fattibile e concretizzabile anche e “solo” facendo accurate scelte in fase di acquisto (appalti di lavoro o di forniture di beni e servizi). Gli acquisti previsti nel progetto sono tutti “acquisti verdi”. Il progetto si sostanzia nelle le seguenti azioni:
 Studi e analisi
 - Qualità dell’acqua delle fonti: al fine di pervenire ad una puntuale conoscenza della qualità della risorsa acqua a livello locale, il progetto ha previsto la realizzazione di analisi di qualità chimica e organolettica dell’acqua delle fontane più utilizzate dagli abitanti dei paesi di Villagrande Strisaili e Talana, nonché una mappatura dei pozzi e della rete distributiva, al fine di presentare una ipotesi di razionalizzazione della stessa.
- Stato dell’attività: a breve sarà possibile scaricare i risultati delle analisi e la mappa delle fontane
- Indagine comportamentale : Il progetto prevede la somministrazione di un questionario, contenente circa 30 domande, indirizzato a costruire una rappresentazione sintetica della realtà dei due centri ogliastrini per quanto riguarda il comportamento sul consumo dell’acqua nell’uso quotidiano.
 - Stato dell’attività: I questionari sono stati compilati in parte tramite gli alunni delle scuole medie ed elementari, in parte somministrati direttamente ai cittadini nelle strade principali dei due paesi.
Dall’analisi delle risposte emerge una prevalenza di responsabilità e comportamenti virtuosi da un punto di vista ecologico.

Cliccare qui per scaricare i risultati della indagine comportamentale. - Decalogo: al fine di definire un insieme di comportamenti virtuosi per la riduzione del consumo idrico, sono state definite 10 regole per un consumo consapevole della risorsa acqua. Inoltre, Il progetto prevedeva la traduzione in sardo del suddetto decalogo, tenendo conto delle differenze linguistiche esistenti tra il sardo utilizzato nei due paesi.
- Stato dell’attività: sono stati organizzati degli incontri con gli anziani durante i quali sono state tradotte in sardo le “10 regole per un effettivo risparmio idrico”. A breve Il decalogo verrà stampato in carta riciclata e consegnato a Talana e Villagrande Strisaili.

Cliccare qui per scaricare il Decalogo Italiano/Sardo.
Cliccare qui per scaricare il Decalogo Italiano/Sardo.

  -Serate di Ecologia Domestica: sono previsti 2 incontri pubblici, aperti a tutta la popolazione che hanno come obiettivo quello di sensibilizzare la cittadinanza su alcune semplici azioni virtuose che ciascuno di noi può compiere quotidianamente per contribuire alla riduzione del consumo idrico.
Stato dell’attività: gli incontri, sotto forma di eventi sostenibili, saranno organizzati nelle prossime settimane. L’informazione sulle date sarà disponibile in questo sito web.
- Attività nelle scuole: con lo scopo di sensibilizzare la fascia più giovane della popolazione sugli usi della risorsa idrica, sono state organizzate diverse attività nelle Scuole Medie di Villagrande Strisaili, Villanova Strisaili e Talana.
Visite: il giorno 25 febbraio 2014 gli alunni hanno visitato il “II Salto” dell’ENEL. La guida ha spiegato ad ogni gruppo il funzionamento dell’impianto idroelettrico e l’importanza della risorsa acqua al di là dell’uso domestico. Inoltre, nel mese di marzo 2014, i ragazzi delle scuole medie visiteranno gli impianti di potabilizzazione e di depurazione di ABBANOA Srl.
Fumetti Decalogo: insieme alla versione Italiano/Sardo delle “10 regole per un effettivo risparmio idrico”, sarà stampato in carta riciclata e disponibile in formato digitale un decalogo a fumetti realizzato dai ragazzi delle scuole medie. - Acquisto di sistemi di microfiltraggio: per incentivare il consumo dell’acqua dell’acquedotto, si intende fornire le mense scolastiche e gli uffici comunali di sistemi di erogazione di acqua di rete che, subendo un ulteriore sistema di filtraggio, permette di migliorare la qualità organolettica dell’acqua di rete. In questo modo si intendono abbassare le barriere a rinunciare all’uso dell’acqua imbottigliata nelle mense scolastiche e negli uffici.
Stato dell’attività: è in corso la procedura di acquisto dei sistemi di microfiltraggio. - Manutenzione delle sorgenti: il progetto prevede alcuni interventi di manutenzione e/o di messa in sicurezza di alcune sorgenti naturali a Villagrande Strisaili e Talana.
Stato dell’attività:
A Villagrande è stata sistemata e resa accessibile la fontana denominata “Ilixi Torrau” situata a Santa Barbara L’intervento è stato realizzato con utilizzo di pietra e legname locale.

- Realizzazione di punti di sosta e percorsi: la sistemazione e il miglioramento della fruibilità delle fonti locali avrà l’obiettivo di rendere le sorgenti non solo un punto di approvvigionamento idrico, ma anche un punto di incontro e di sosta per la comunità.
- Stato dell’attività: è in corso la procedura d’acquisto di una postazione da picnic in plastica riciclata per rendere più fruibile la fontane sistemata, nonché alcune bacheche in plastica riciclata per illustrare i risultati delle analisi dell’acqua.

Cliccare qui per scaricare le foto delle fontane sistemate. Vuoi approfondire sulle tematiche proposte? Cosa puoi fare per collaborare?

ASSEMBLEA PUBBLICA